Coltelli da Cucina

coltelli da cucina blog

Coltelli da Cucina

Affettare, sfilettare, spelare: queste le basi, l’”A B C” di colui che, esperto o alle prime armi, indossa il grembiule bianco e prende posizione dietro i quattro fuochi della cucina.

L’amore per il buon cibo, si sa, è nelle corde più profonde del cuore nostrano, ma cimentarsi in prima persona nella preparazione di un buon piatto chiama in ballo ogni uomo, donna o ragazzino desideroso di trasmettere qualcosa di sé agli altri.

Cucinare, infatti, significa molto di più che seguire una semplice ricetta: una serie di altre componenti, una sorta di voglia verace di condivisione spinge alla creazione culinaria e al desiderio di gustare, in compagnia, qualcosa di preparato con le proprie mani; questo il vero segreto di ogni cuciniere.

Per questa ragione avere a disposizione gli strumenti migliori, in grado di rendere semplice il lavoro che si intende creare, significa già partire con il piede giusto: un buon coltello da cucina, pratico, ergonomico e dalla lama affilata, diventa il compagno ideale per qualsiasi preparazione.

Presenti sul mercato in moltissime varianti e tipologie, i coltelli da cucina diventano gli utensili fondamentali grazie ai quali preparare verdure a rondelle, striscioline di pancetta o fette di pane corpose sulle quali spalmare creme dolci; una cucina senza coltelli…beh, non è una cucina completa.

 
La scelta migliore
78,13€
103,55
disponibile
6 nuovo da 78,13€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il Luglio 16, 2019 10:52 pm
Il migliore qualità / prezzo
57,36€
98,95
disponibile
12 nuovo da 57,36€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il Luglio 16, 2019 10:52 pm
Il più venduto
39,99€
45,23
disponibile
2 nuovo da 39,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il Luglio 16, 2019 10:52 pm

 

Nozioni basilari

Scontato forse, banale probabilmente ma, ogni buona scelta che si rispetti si fonda su una piena conoscenza di ciò che si intende acquistare.

Il coltello è, infatti, utile per la preparazione di moltissime vivande, e per tale motivo, sapere cosa osservare e considerare al momento dell’acquisto, diventa la regola aurea per la scelta di uno strumento utile e durevole nel tempo.

Come si sa, la maggior parte dei coltelli da cucina presenti sul mercato sono composti da due parti: il manico e la lama, ciascuno atto a svolgere una propria funzione in una logica d’insieme che racconta di praticità ed efficienza.

Manici ergonomici, solidi e ben saldati alla lama permetteranno un taglio di precisione; lame affilate, invece, zigrinate o lisce, faranno il resto, per un taglio senza imperfezioni e che soddisfi dal primo all’ultimo piatto preparato.

Se per il manico la scelta consigliata è sempre quella di far riferimento a materiali eterni come la plastica, per quanto riguarda, invece, la lama, è possibile ritrovarne in moltissime leghe e forme, ciascuna utile per una specifica mansione gastronomica.

 

Coltello Trinciante

È il tipico coltello da cuoco con lama triamngolare.

 

La lama

Sottile, corta e affilata o bella spessa con incanalature per un taglio netto: la lama, sempre affilata e dalle molteplici forme, racconta di tagli sempre perfetti e precisi.

Versatile per natura – esistono differenti tipi di lame, ciascuna congeniale al taglio di uno specifico alimento – le lame dei coltelli da cucina generalmente vengono realizzate per mezzo dell’impiego di due materiali principali: l’acciaio inossidabile e la ceramica.

La lama in acciaio inox è, ad esempio, robusta, inossidabile – come suggerisce il nome del materiale con il quale è forgiata – e garantisce sempre un’elevatissima igiene.

Da lavare a mano – un giro nella lavastoviglie rischierebbe di compromettere sia lama che manico del coltello – la lama in acciaio inossidabile, viene plasmata in forme differenti, per sopperire al bisogno di impieghi differenti: carne, pesce, pane o verdure affronteranno la lama che più si confà al loro taglio, per un’incisione senza sbavature e imperfezioni.

Diverse leghe di acciaio inox offrono un’esperienza di taglio sempre in linea con gli obiettivi.

D’altra parte, di fianco all’acciaio inossidabile, si erge fiera la lama in ceramica, tipica della realtà orientale e avvezza al taglio di estrema precisione: affilata molto di più di una lama tradizionale.

La lama in ceramica è prodotta con estrema cura e va mantenuta intatta; essendo, infatti, un materiale più pregiato e delicato, va curata nel tempo al fine di prevenire spiacevoli lesioni dell’intero utensile.

 

Coltello Santoku

È il tipico coltello utilizzato nella cucina giapponese. utilizzato principalmente per tagliare le verdure.

 

 

Il manico

Nelle epoche antiche i manici dei coltelli venivano solitamente prodotti in legno o in osso: materiali semplici, pratici nella loro lavorazione e facilmente reperibili in natura, il legno e l’osso si davano come risposta immediata ad un’esigenza impellente.

Sfortunatamente, però, queste due tipologie di impugnatura si dimostravano di scarsa qualità, soprattutto per quanto riguardava la questione “durata”: se, infatti, l’osso tende a scheggiarsi – con il rischio di ferire la mano che impugna l’utensile – il legno, invece, tende a gonfiarsi e rovinarsi, impregnandosi, soprattutto, di odori e liquidi legati alla cucina, molto sgradevoli nel tempo.

Per tale ragione, dinnanzi allo schiudersi del mondo tecnologico, si è sentito il bisogno di optare per una scelta più lungimirante e furba: i coltelli da cucina con il manico in plastica, polietilene e polipropilene, diventano la scelta vincente.

Pratici e facilmente igienizzabili, i coltelli con un’impugnatura simile si offrono come strumento da lavoro praticamente eterno per quanto riguarda l’efficienza dell’impugnatura.

 
 

Coltello per sfilettare

Coltello con lama sottile e lunga utilizzato principalmente per il pesce e il sushi.

 

Affilare le lame

Coltelli trincianti, santoku e spelucchini nulla possono, però, contro l’usura del tempo e il frequente utilizzo presso le cucine animate: avere a disposizione un coltello sempre perfetto, in grado di garantire un taglio ottimale ad ogni utilizzo, significa prendersene cura per mezzo di pratiche e strumenti adeguati.

Lavarlo a mano, evitando centrifughe violente in lavastoviglie, e riporlo in apposite guaine o ripiani, al fine di evitare un eventuale urto con altri utensili che ne potrebbero danneggiare la lama, vuol dire avere cura di un utensile fondamentale alla creazione della maggior parte delle ricette culinarie.

Per tale ragione, di fianco alle accortezze legate al suo frequente utilizzo, è anche ottimo – e lungimirante – prendere in considerazione la possibilità di acquistare un set completo di coltelli che contempli anche o la cote o l’acciaino, strumenti utilissimi per il cuoco che potrà, in questo modo, affilare le lame al bisogno.

Rifare il filo alla lama: questo il segreto per tagli sempre eccezionali sin momento dell’acquisto.

 
 

Coltello per disossare

Coltello utilizzato principlamente da macellai per togliere l’osso e lasciare la polpa intatta.

Consigli utili

L’esperto consiglia di scegliere il coltello in maniera lungimirante e accorta: sia chef stellati che cuochi alle prime armi sanno, infatti, di dover prediligere lame resistenti e efficaci, versatili ma, soprattutto, forgiate coi migliori materiali, capaci, in questo modo, di durare nel tempo.

Acquistare un coltello da cucina, magari più costoso di altri presenti sul mercato, significa fare un vero e proprio investimento in termini di qualità e taglio, il cui valore si vedrà proprio in ogni piatto.

Coltelli scadenti, dai manici non rifiniti, potrebbero rappresentare un vero e proprio spreco di denaro per colpa di impugnature poco solide e facilmente rovinabili, per non parlare dei cattivi odori che residui di cibo incastrati nelle rifiniture mal fatte potrebbero iniziare a emanare ad ogni utilizzo.

Lame mal ferme, invece, diventano vere e proprie mine vaganti, pericolose per la mano che regge l’utensile e dannose per l’alimento, sottoposto ad un taglio poco preciso e goffo; per non parlare di quei coltelli poco bilanciati, pesanti e poco maneggevoli, incapaci di seguire il movimento del cuoco.

Comprare un buon coltello o un set completo che contempli anche un luogo adatto dove riporli, che non sia solo bello da vedere ma anche funzionale al buon mantenimento della lama, significa spendere con sicura garanzia di ritorno in termini di qualità, prestazioni ed efficienza.

 
 

Coltello in ceramica

Questo coltello ha una durata maggiore rispetto agli altri e anche la lama mantine la filatura per lunghi periodi